OMS Carne Rossa Cancerogena – e ora cosa dobbiamo mangiare ?

carne-rossa-cancerogenaL’OMS classifica la carne rossa cancerogena  insieme ai salumi 

La carne e i suoi derivati favoriscono senza alcun dubbio le 2 grandi malattie più mortali del nostri secolo : il cancro e le malattie cardiovascolari.

L’OMS ha appena lanciato la bomba ufficializzandolo la notizia della carne rossa cancerogena con quasi 10 anni di ritardo sul World Center Research Found International (WCRFI), l’Istituto nazionale  del cancro (INCA), e sugli scienziati indipendenti che lo avevano pubblicato ancor prima di questi due organismi.

Classificare la carne ed i suoi derivati tra le 10 cause principali dei tumori, accanto al tabacco, al plutonio, agli estrogeni, ai pesticidi ecc.. sciocca una popolazione che rifiuta di fatto di capire e di accettare il tipo di società che essa stessa ha creato.

Bisogna tuttavia chiarire bene queste informazioni.

Non dimenticate 3 elementi :

1°-i pericoli di un eccesso non impediscono una consumazione ragionevole. Se consumate 2 volte alla settimana 50 g di carne come viene consigliato, non è un dramma

2°- la qualità della produzione, della preparazione, della conservazione è molto più importante della quantità.

Una buona bistecca di manzo che ha brucato solo erba di campagna e che ha ricevuto pochissimi complementi ormonali e medicinali  è molto più salutare di un petto di pollo allevato in un allevamento!.

Il problema, mi direte voi, è dove trovare quel tipo di manzo ? Certamente ! Di chi è la colpa ? Nella nostra società, dell’industria agro alimentare, della politica ecc…

Lo stesso problema vale per la frutta e la verdura d’altronde.

3°La valutazione esatta del ruolo svolto dall’alimentazione a base di carne è inoltre estremamente difficile da stabilire. Questo perché diversi fattori pericolosi per la salute si sovrappongono.

In effetti gli studi sulla popolazione europea mostrano che sono coloro che consumano troppa carne rossa e salumi (il 70% della popolazione consuma più di 270 g di carne alla settimana in media, consumo che può raggiungere oltre i 500 gr), che mangiano meno frutta, verdura e acidi grassi insaturi considerati  elementi preziosi per prevenire le malattie cardiovascolari  e il cancro.

Nello stesso modo, sono ancora gli stessi individui che rappresentano la maggioranza dei fumatori, dei consumatori di caffè e di bevande alcoliche.

Quando tutti questi fattori di rischio si sommano, possiamo comprendere che il numero di malati può solo aumentare e valutare l'azione esatta dell’abuso di carne diventa molto difficile.

L’alimentazione troppo ricca di carne è più cancerogena del tabacco ? Del caffè ? Di alcuni ormoni ? Dei pesticidi ? Dell’aria inquinata delle grandi città ? Delle onde elettromagnetiche ? ecc… Ma ciò che è certo è che se associamo tutti questi fattori non ne facciamo solo la somma ma moltiplichiamo i rischi per 10 volte.

Quando pensiamo alla prevenzione, bisogna cercare di agire su tutti questi fattori ma questo è ogni giorno più difficile.

 Allora in conclusione che fare ?

  • Evitare totalmente i salumi che non sono indispensabili
  • Per quanto riguarda il pesce ci sono visioni controverse a causa dei metalli pesanti che contiene.
  • Grazie al loro forte tenore proteico, le leguminose costituiscono una buona alternativa alla carne.
  • Consumare non più di 100 g di carne rossa alla settimana (la meno lavorata possibile).
  • Consumare poco latte e pochi formaggi. Se è possibile sceglierli Bio. Il latte di soja non è una valida alternativa (OGM) in quanto la soja è anch’essa un prodotto oggetto di un dibattito controverso.
  • Consumare il massimo di frutta e verdura (se è possibile senza pesticidi nè trattamenti chimici)
  • Assumere poco zucchero raffinato. Utilizzare piuttosto il fruttosio per esempio, la stevia o lo zucchero grezzo.
  • MANGIARE PRODOTTI FRESCHI, VERDURE A KM 0 (prodotti entro un raggio di 30 km da casa)

Allora chi sarà capace di seguire questi consigli che sembreranno drastici per molti (l’80%) ?

Un quotidiano francese ha effettuato un « referendum » tra i suoi lettori e ne ha pubblicato i risultati :

Alla domanda : « L’annuncio fatto dall’OMS che ufficializza l’azione cancerogena della carne e dei salumi cambierà il vostro consumo di carne ? »

La risposta è stata: NO per il 75%, SI per il 7% mentre gli indecisi sono stati il 18%.

La risposta mi sembra chiara.

E voi ? Fateci sapere la vostra opinione.

Dr. Philippe Lagarde

 

...Oppure Contattaci

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Oggetto

Il tuo messaggio

Per approfondimenti e maggiori informazioni sul tumore al seno e sulle cure ad oggi disponibili visita il portale www.vivereconilcancro.it

Condividi
Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Email this to someone

1 Risposta

  1. Thankfulness to my father who shared with me regarding this weblog, this website is actually awesome.