STP Test HEITEN-LAGARDE

STP Test HEITEN-LAGARDE

(Superficial Tension Perturbation)

Si tratta dello studio, tramite un microscopio a contrasto di fase, di una goccia di sangue coagulato, la cui tecnica di prelievo è molto  particolare e di una grande importanza per la qualità dell’interpretazione. Questa goccia presenta una struttura ed un’architettura precise.

L’ STP test permette di individuare ed in seguito di interpretare le modifiche di questa architettura allo scopo di:

  • Scoprire il tipo e lo stato del terreno,
  • Indicare la via da seguire per determinare la diagnosi di un’affezione,
  • Seguire l’evoluzione delle perturbazioni, quindi seguire l’evoluzione dell’affezione o del terreno,
  • Controllare l’efficacia di un eventuale trattamento.

Si tratta di un esame che può essere assimilato ad un esame di anatomopatologia. Consiste nello studio, fatto da occhi esperti, di un tessuto, il tessuto sanguigno, dopo coagulazione, e ciò grazie a questo dispositivo di elevate prestazioni che è il contrasto di fase.

Già si può intuire che la qualità e l’attendibilità della tecnica dipenderà:

  • Dalla qualità del prelievo,
  • Dalla qualità del microscopio e del contrasto di fase,
  • Dall’esperienza e dall’abilità dell’operatore.

L’architettura del sangue coagulato di un soggetto sano è regolare, molto precisa e sempre riproducibile: si scopre una rete di fibrina simile ad una rete da pesca, con delle maglie, regolare, senza rottura. Imprigionati in queste maglie si trovano globuli rossi che formano un tappeto regolare, di solito rosso mattone, ove si distingue chiaramente il bordo delle emazie, la loro forma, la loro disposizione a pila di piatti o a “rotoli”. Questo tappeto omogeneo non presenta lacune o ben poche.

Quando delle perturbazioni appaiono in un organismo, siano disordini minori o patologie più o meno gravi, questa architettura subisce modifiche più o meno importanti e più o meno specifiche.

Le perturbazioni riguardano:

  • La rete di fibrina che può cambiare forma, presentare fratture, sparire parzialmente o completamente,
  • Il tappeto di emazie che può cambiare colore ed aspetto con l’apparizione di lacune più o meno larghe, più o meno tonde, più o meno confluenti, disposte centralmente o in periferia. In queste lacune, si possono incontrare tinte ed inclusioni diverse (in particolare ammassi di glicoproteine che segnano l’infiammazione),
  • L’aspetto delle emazie (globuli rossi) e della loro disposizione.

immagine1

In conclusione, l’STP test non è un test miracoloso. Non occorre chiedergli ciò che non è capace di fare. Non è in grado di fare la diagnosi del cancro. Al massimo ci metterà talvolta sulla via. Funge da campanello d’allarme. Informa che qualcosa non va. È in grado di dare indicazioni sul tipo di esami da eseguire e spesso sulla direzione nella quale occorre continuare a cercare. Ma non è e non sarà mai un esame specifico di una malattia precisa. Viene inficiato in quasi tutte le patologie ed in particolare in quelle infiammatorie ed ormonali.

Questa sperimentazione dell’anno 1984 su 168 casi ha un’affidabilità del 74%.

immagine2

La sua qualità primaria, ed in ciò non ha concorrenti, è la sua velocità quando viene effettuato nello studio medico. Ahimè, per il momento, rimango l’unico medico a saper interpretarlo. So bene che alcuni pretendono eseguirlo ed addirittura averlo imparato da me stesso. Ma non è vero. Quindi, attenti ai falsari che affermano delle stupidaggini come per esempio diagnosticare le depressioni oppure vedere i radicali liberi! Sarebbe anche divertente se non rischiasse di portare pregiudizio alla credibilità del test e di conseguenza alla mia. Per seguire l’evoluzione di una malattia e quindi l’efficacia di una terapia, l’STP è lento.

La cancerometria di VERNES gli è assai superiore come marker della  malattia cancerosa ed il CEIA è insuperabile per seguire l’evoluzione del terreno canceroso e quello dell’insieme delle altre patologie. Ma invece l’STP è il test più rapido e più semplice da capire per un malato o un medico.

PUBBLICITÀ

kitoncologicoBig

Prodotti naturali in grado di ridurre del 70% gli effetti collaterali della chemioterapia. Clicca qui per saperne di più

 KIT BASE PER SOSTEGNO DURANTE LA CHEMIOTERAPIA

 KIT COMPLETO PER SOSTEGNO DURANTE LA CHEMIOTERAPIA

Leggi altri articoli 

PREVENZIONE DEL TUMORE

CAUSE DEL CANCRO

...Oppure Contattaci

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Oggetto

Il tuo messaggio

Per approfondimenti e maggiori informazioni sul tumore al seno e sulle cure ad oggi disponibili visita il portale www.vivereconilcancro.it

Condividi
Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Email this to someone

Nessun commento ancora

Lascia un commento