L’OLIO D’OLIVA UN ALLEATO PREZIOSO NELLA PREVENZIONE DEL CANCRO

L’OLIO D’OLIVA UN ALLEATO PREZIOSO NELLA PREVENZIONE DEL CANCRO

L'olio d'oliva è composto principalmente da acidi grassi legati al glicerolo (> 95%) chiamati trigliceridi.
Inoltre contiene un gran numero di altri componenti presenti in piccole quantità, componenti chiamati "minori". Questi ultimi sono estremamente importanti e rappresentano il tesoro contenuto nell’ulivo, nelle sue foglie e soprattutto nel suo frutto: l'oliva.
L'olio d'oliva contiene alfa tocoferolo, che è dotato dell’attività più forte di vitamina E.
La media degli oli extravergine di qualità varia da 15 a 200 mg / kg. Essa dipende dalla varietà, la maturità, la conservazione, e infine dalla tecnica di estrazione poiché i tocoferoli sono idrosolubili.
Le proprietà benefiche contro il cancro e le malattie cardiache sono riconosciute dalla scienza alimentare.

Alfa Tocoferolo

Agisce attraverso meccanismi multipli e tramite la sua azione di potente antiossidante.

La polpa dell’oliva contiene componenti fenolici che sono, come i tocoferoli, idrosolubili.
La classe dei fenoli  raggruppa una gamma di sostanze diverse chiamate polifenoli, anch’essi preziosi per la salute.
Polifenoli

Ci sono più di 70 componenti aromatici che contribuiscono al profumo e al gusto dell'olio di oliva: aldeidi, idrocarburi aromatici, alcool, esteri, derivati  triterpenici, ecc.. Alcuni hanno un effetto benefico sulla salute, in particolare per la loro azione anti-microbica e anti fungina e sono molto importanti per la durata di conservazione e la stabilità dell'olio.

La maggior parte degli specialisti dell’olio d'oliva, il pubblico, i media concentrano la loro attenzione sui polifenoli, il tocoferolo e i componenti aromatici e, naturalmente, l'acidità.
Si interessano solo raramente o mai a 2 altri componenti minori dell'olio di oliva, che sono tuttavia di vitale importanza, probabilmente ancora più importanti di quelli finora citati: gli idrocarburi e gli  steroli.

Il principale idrocarburo che si trova nella polpa dell’oliva , lo SQUALENE, è di un’importanza capitale per la salute.

Si tratta di un triterpene che appare  nella via della biosintesi del colesterolo.

Numerosi lavori e pubblicazioni internazionali provano, senza possibili discussioni, il ruolo importante che svolge lo squalene nella prevenzione delle grandi malattie della nostra civiltà come il CANCRO e nella lotta contro l’inquinamento e contro l’invecchiamento cellulare. Si veda lo studio dell’ Université de Munster (Germania) Pr. Assman Gerd et Pr. Wahrberg «Composés mineurs de l’huile d’olive»  2013.

Squalene

Un altro idrocarburo, il Betacarotene, si trova nell’olio d’oliva ma in piccole quantità.

Gli steroli sono componenti essenziali delle membrane cellulari.

Essi svolgono un ruolo nella salute cellulare come gli acidi grassi polinsaturi.
D'altra parte, inibiscono l'assorbimento intestinale del colesterolo alla dose di 2 g / 24 h.
Infine, il Beta-sitosterolo riduce del 24% la crescita cellulare e moltiplica per 4 il tasso di apoptosi delle cellule tumorali della prostata (Von Holtz, 2012).

Steroli

Se teniamo conto dei possibili effetti sinergici tra gli idrocarburi, i fitosteroli, i fenoli, i componenti aromatici e la composizione ricca di acidi grassi, gli effetti benefici dell’olio di oliva di qualità per la salute sono probabilmente molto superiori alla somma degli effetti di questi diversi parametri (Gerd Assman).

Come riconoscere un’olio di oliva di qualità?

Bisogna differenziare 3 aspetti della qualità:

1- La qualità organolettica: gusto, aromi, piccantezza,  untuosità, colore.

2- L’acidità, fondamentale per valutare la stabilità nel tempo.

3- Gli effetti benefici sulla salute  che dipendono come abbiamo visto dai seguenti parametri in ordine di importanza: SQUALENE,  polifenoli,  Alfa tocoferolo, steroli e infine i componenti aromatici.

L’ideale  è ovviamente riuscire ad  ottenere degli oli che riuniscano questi 3 parametri sinonimi di qualità.  A cosa serve alla gente un olio che possiede le qualità organolettiche senza avere effetti benefici sulla salute?

Condividi
Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Email this to someone

I commenti sono chiusi