LE NUOVE MEDICINE ANTITUMORALI SONO INEFFICACI ?

Dopo la morte di JOHNNY HALLYDAY alcuni mi pongono la domanda seguente : LE NUOVE MEDICINE ANTITUMORALI SONO INEFFICACI ?

Perchè è stato necessario aspettare la morte di  Johnny HALLYDAY per porci questa domanda ?  Il venir meno di parenti, amici, vicini di casa scatena solo raramente questa riflessione, come se fosse naturale per qualcuno e strano per altri. La spiegazione va ricercata nel fatto che la maggioranza della popolazione non ha le risorse economiche che hanno le celebrità, i politici, i ricchi industriali. Allora perché Johnny è morto dopo essere stato curato negli Stati Uniti e poi a Parigi ?

La ragione è molto semplice. Di fronte al tumore ricchi e poveri sono uguali perché le nuove medicine anti tumorali, tanto pubblicizzate…in modo fuorviante, sono al momento INEFFICACI. E non è il loro prezzo proibitivo che li rende più efficaci. Anzi, riempiono le casse dei laboratori farmaceutici e di alcuni dirigenti che firmano le autorizzazioni dell’Agenzia Europea del Farmaco, vedi il rimborso del Servizio Sanitario.

Citiamo le ultime ricerche pubblicate nel British Medical Journal nell’ottobre 2017.

L’équipe del King College di Londra ha analizzato tutta la letteratura scientifica inerente alle 54 molecole (le migliori) immesse sul mercato in questi ultimi anni e che hanno ricevuto l’autorizzazione dell’Agenzia Europea del Farmaco (EMA)  e sono stati rimborsati (a certe condizioni) dal Servizio Sanitario Nazionale.

  • 38 molecole non servono a niente, ma, al contrario, sono estremamente tossiche e mal tollerate
  • Delle 16 molecole rimanenti :

-12 possono far sperare tra 1 e 3 mesi di sopravvivenza supplementare

-4 molecole arrivano a 7 mesi di sopravvivenza supplementare ( Mabtera, Avastin, Herceptine),

- solo 7 molecole hanno dimostrato un miglioramento della qualità di vita.

In conclusione, queste nuove molecole portano il nome di immunoterapia, ovvero di terapia monoclonale,  non sono i prodotti miracolosi annunciati. Spesso, sono meno efficaci di alcune molecole di chemioterapia classica che dimentichiamo perchè non hanno alcun interesse economico per i laboratori. Prendiamo l’esempio del Thiotepa o dell’Endoxan il cui prezzo è di 5 a 10 Euro il flacone. Ovviamente, i laboratori preferiscono le molecole nuove, il cui prezzo va dai 500 ai 6000 Euro il flacone, vedi anche prezzi molto superiori, fino a  400.000 dollari per una cura annuale  (per alcune leucemie).

Per poter parlare di reali progressi in oncologia, è necessario rivedere la nostra posizione dall’inizio per rimettere i laboratori farmaceutici al loro posto, al loro vero posto. Essi devono essere a disposizione degli ammalati e dei loro medici e non il contrario, anche se questo sminuisce i loro rapporti. Essi hanno rivelato la loro incapacità e gli ammalati sono stufi di essere trattati come imbecilli e noi, cittadini che paghiamo le tasse, di essere presi per delle galline dalle uova d’oro.

Dott. Philippe LAGARDE

PUBBLICITÀ

kitoncologicoBig

Prodotti naturali in grado di ridurre del 70% gli effetti collaterali della chemioterapia.

images

 KIT BASE PER SOSTEGNO DURANTE LA CHEMIOTERAPIA

 KIT COMPLETO PER SOSTEGNO DURANTE LA CHEMIOTERAPIA

Leggi altri articoli 

PREVENZIONE DEL TUMORE

CAUSE DEL CANCRO

...Oppure Contattaci

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Oggetto

Il tuo messaggio

Per approfondimenti e maggiori informazioni sul tumore al seno e sulle cure ad oggi disponibili visita il portale www.vivereconilcancro.it

Condividi
Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Email this to someone

Nessun commento ancora

Lascia un commento