LA BATTAGLIA CONTRO L’OTTURAZIONE IN AMALGAMA NON E’ ANCORA VINTA.

LA BATTAGLIA CONTRO L’OTTURAZIONE IN  AMALGAMA NON E’ ANCORA VINTA.

"Capiremo un giorno che l'uso indiscriminato dell’amalgama dentale sarà stato un grave crimine contro l'umanità. "Prof. STOCK


Il mercurio viene ancora usato nell’amalgama dentale in Francia, nonostante la sua pericolosità, con il pretesto che non vi sono prove scientifiche che affermano la sua tossicità. Questo si oppone al buon senso, ma il peso del buon senso e del principio di precauzione non è abbastanza davanti agli interessi dell'industria.

L'amalgama dentale, un dispositivo medico composto per metà da mercurio, è ora fuori legge in Svezia, Norvegia, Danimarca, Giappone, Zimbabwe e nella Repubblica Dominicana. Dal gennaio 2014, molti governi si sono impegnati a raggiungere questi precursori entro il 2015.

La Francia dovrebbe anche considerare che l'abbandono di questo materiale tossico non è solo una opzione possibile, ma una vera e propria priorità. Per il momento non ha firmato, nonostante vari interventi di parlamentari e scienziati del Ministero della Salute e siamo nel 2016. Vergogna sulla Francia.

Fu negli anni 1930 che l'azienda Chisso ha cominciato a versare del mercurio nel mare circostante Minamata, in Giappone, contaminando i pesci di cui si nutrivano gli abitanti. Venti anni dopo, gli abitanti cominciarono a soffrire di disturbi strani: tremori, affaticamento e dolori inspiegabili, disturbi comportamentali ... I neonati furono i più colpiti: gravi disturbi neuropsichiatrici, ritardo mentale, malformazioni congenite ecc.. molti addirittura morivano prima di nascere.

144 Nazioni si sono riunite dal 7 all’11 Ottobre 2013, a Minamata, al fine di firmare il trattato sul mercurio approvato il 19 Gennaio 2013, e che ora porta il nome di "Convenzione di Minamata sul Mercurio."

Nei paesi sviluppati che utilizzano ancora il mercurio dentale, è l'amalgama che rappresenta la principale fonte di esposizione al mercurio. Eppure l’Agenzia delle medicine (ANSM) riconosce che un quarto delle otturazioni in Francia sono ancora realizzate con amalgama che contiene il 50% di mercurio. Il nostro paese è in un ritardo preoccupante, quando la maggior parte dei nostri vicini utilizzano questo materiale arcaico solo in casi eccezionali o l’hanno definitivamente vietato, preferendo alternative efficaci, meno costose per la società e rispettose dell’ambiente e della salute pubblica.

L’amalgama dentale potrebbe in effetti svolgere un ruolo significativo nella crescita allarmante di malattie neurodegenerative, dell’autismo, ma anche di tumori. Una parte del mercurio metallico che li compone si accumula nel cervello durante tutta la vita e, nelle donne in gravidanza, attraversa la placenta e raggiunge il cervello in sviluppo del feto. Un ampio studio epidemiologico ha mostrato un aumento del rischio del 24% di provocare la sclerosi multipla da amalgama supplementare.

Alcuni studiosi accusano con forza il coinvolgimento del mercurio nell’etiologia della malattia di Alzheimer.

Uno studio prospettico ha rilevato che la gravità dell'autismo è correlata al numero di otturazioni in amalgama della madre. Inoltre sono stati lungamente documentati gli effetti neuro cognitivi dei vapori di mercurio sui dentisti e il pericolo che essi rappresentano per la gravidanza delle assistenti dei dentisti e delle donne dentista (Rif. Michèle Rivasi eurodeputata André Cicolella, ricercatore, Marie Grosman, Scientific Advisor).

Ma attenzione: la rimozione delle otturazioni in amalgama può presentare degli inconvenienti e rappresentare un rischio di intossicazione. Si deve rispettare una tecnica di ablazione ben precisa e ormai ben nota ai dentisti specializzati.

1- Valutare le correnti elettro galvaniche della cavità orale causate dalla presenza di metalli e dalla saliva. Questo permetterà di determinare le otturazioni da rimuovere per prima. Ciò mediante un apparecchio il  VAD.

2- offrire un trattamento di pre e post ablazione che aiuta a proteggere l’organismo catturando le molecole di mercurio e i radicali liberi. Il trattamento consiste in alcuni integratori naturali da prendere tutti i giorni:

Anti ossidanti : 

DELTA E  (ditta VITA COMPLEX)  3 capsule dopo pranzo

 DELTA C   (ditta VITA COMPLEX) 3 capsule al mattino

ALFA GLUTATIONE (ditta VITA COMPLEX)   3 capsule al mattino

Sélénium   100 microgrammi (in vendita in farmacia omeopatica o erboristeria)

BIOCEAN  Ipertonico (ditta VITA COMPLEX)   1 fiala mattino digiuno

Aglio Ursino    3 capsule (in vendita in farmacia omeopatica o erboristeria)

Il trattamento va iniziato 3 giorni prima dell'ablazione e deve essere continuato per gli 8 giorni che seguono. In caso di ablazioni multiple distanziare di almeno 3 settimane le sedute.

Utilizzare una corretta tecnica chirurgica con misure di protezione efficaci:
-      Fresa nuova
-      Doppia aspirazione

  • Irrigazione continua
  • Maschera di protezione per il paziente
  • Diga clean up

Alcuni dubitano ancora e si lamentano della mancanza di prove scientifiche. Sembra di sognare! Quanto alla popolazione che ancora non si muove, non ci stupiamo più di nulla. A coloro che dubitano o che denigrano dico: continuate a mangiare male, a fumare, a consumare troppo alcol, perché per voi, un po ' di mercurio in più non è niente. Ma un domani non ci potremo lamentare delle conseguenze.

Vi ricordiamo che 10 anni fa 1 persona su 4 moriva di cancro. Nel 2015 siamo a 2 su 4. A buon intenditore poche parole.

Dr. Philippe LAGARDE

SCOPRI LA LINEA DI INTEGRATORI NATURALI E FITOFARMACI DI VITA COMPLEX

...Oppure Contattaci

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Oggetto

Il tuo messaggio

Per approfondimenti e maggiori informazioni sul tumore e sulle cure ad oggi disponibili visita il portale www.vivereconilcancro.it

Condividi
Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Email this to someone

Nessun commento ancora

Lascia un commento