GLI ANTIOSSIDANTI SONO INDISPENSABILI AL NOSTRO ORGANISMO PER PROTEGGERLO O PER LOTTARE CONTRO LE MALATTIE ?

GLI ANTIOSSIDANTI SONO INDISPENSABILI AL NOSTRO ORGANISMO PER PROTEGGERLO O PER LOTTARE CONTRO LE MALATTIE ?

Percorrendo Internet cresce la preoccupazione per la grande quantità di pareri divergenti riguardo a questo tema. Inoltre, a seconda del medico che risponde alle domande dei suoi pazienti, il parere diverge.

Le cosiddette pubblicazioni scientifiche propongono anch’esse dei pareri divergenti  ed anche contradittori o privi di logica, per questi motivi la popolazione perde fiducia nella medicina.

I recenti scandali hanno evidenziato che per tutta una serie di medicine come il Vioxx (100.000 vittime),  il Mopral, l’ Inexium, il Clopidogrel, etc., i laboratori hanno pubblicato solo i test clinici a loro favorevoli e che una nuova medicina non ha l’obbligo di dimostrare che è migliore delle medicine esistenti  ( e nel 65% dei casi, non lo sono ). Questo ha generato una perdita di fiducia, avvallata dal degrado degli ospedali per quanto riguarda l’accoglienza e la qualità delle cure, salvo eccezioni.

L’industria farmaceutica si scontra con una forte crescita delle medicine naturali, soprattutto per quanto riguarda la prevenzione e le malattie benigne.

Ne è scaturita una « guerra fredda » tra queste due correnti d’idee, guerra soprattutto economica.

Attaccare frontalmente le medicine naturali (con interventi politici ) è pericoloso sia per l’industria farmaceutica che per queste politiche. L’abolizione dei diplomi di erborista, il divieto dell’aromatogramma,  l’attacco contro l’omeopatia non hanno portato risultati in Francia, ma al contrario, per le politiche sì. Era necessario cambiare metodo.

Allora è facile immaginare che insinuare che la fitoterapia,  l’omeopatia o gli antiossidanti (di cui fanno parte le vitamine, i minerali, le piante, le alghe, etc.) sono inutili, o peggio,  pericolosi destabilizzano il paziente o anche il suo medico. Non c’è niente di più facile che pagare alcuni ricercatori scientifici per una sperimentazione fasulla che dimostri la tossicità eventuale di una vitamina o di una pianta e  renderla pubblica. E’ risaputo che attualmente una gran parte delle sperimentazioni sono state falsificate (ad esempio il Vioxx o le statine), allora perchè non elaborare delle false sperimentazioni?

D’altronde, l’industria farmaceutica e la corrente delle medicine naturali non parlano la stessa lingua, né delle stesse cose. Qualche esempio :

  • Le vitamine fanno parte degli antiossidanti più importanti.  I laboratori parlano di vitamine sintetiche, le medicine naturali parlano (normalmente) di vitamine naturali. I laboratori pretendono che esse siano identiche. E’ una grande bugia, facile da dimostrare e attualmente largamente pubblicizzata.

 Da un lato, le vitamine sintetiche sono brevettate (Lab. Roche). Sapendo che la normativa dice « la formula di una molecola naturale non può essere brevettata », questo significa che la formula della vitamina sintetica è differente.

Dall’altro lato, la ricerca ha dimostrato che l’assorbimento, l’espulsione, la regolazione biologica che calibrano questi meccanismi  sono totalmente diversi se si tratta di vitamina naturale o sintetica. Ma il risultato è ben diverso.  Mentre nella vitamina naturale l’effetto è aumentato e la tossicità è molto inferiore, nella vitamina sintetica il risultato è diverso. Ecco l’importanza di rivedere delle sperimentazioni scientificamente ridicole.

  • I minerali, per essere assimilati, devono possedere un potere rotatorio ottenuto quando sono assimilati da un vegetale. E’ il motivo per il quale il mondo animale non può vivere sul pianeta senza le piante. La sterilizzazione con il calore (durante la disinfezione obbligatoria dei prodotti farmaceutici) ha come risultato che i minerali estratti dai vegetali non sono assimilabili e dunque inutili e soprattutto tossici. Quindi, quando viene proposta una sperimentazione ufficiale che ha utilizzato una vitamina sintetica associata ad un minerale non assimilabile,  non vediamo come potrebbe essere favorevole !
  • Le dosi utilizzate. E’ un argomento particolare che farà lavorare molto la scienza. Qual è la dose ideale di ogni sostanza, di ogni medicina ?

E’ uno dei punti deboli della medicina in generale. Il motivo ? Siamo tutti diversi.  Considerando che siamo tutti diversi perchè dobbiamo pendere la stessa medicina e soprattutto la stessa dose ?

Inoltre, ci si riscontra con una sperimentazione che utilizza il selenio nel dosaggio di 200 microgrammi al giorno e portando a conclusioni negative per tossicità :  sembra di sognare. E’ risaputo e pubblicato da oltre 20 anni ( Jean Lederer  Alimentazione e tumore) che il selenio assunto nel dosaggio fino a 100 microgrammi al giorno protegge dai tumori, ma diventa tossico e carcinogeno nel dosaggio superiore.

E’ vero che non si può sapere tutto.

  • Le piante. Una parte importante delle medicine è costituita, in realtà dalle copie sintetiche di molecole vegetali, ovvero dagli estratti dei vegetali. Esiste una legge importante in fitoterapia :

« la pianta intera è sempre più efficace e meno tossica dell’estratto » e se l’estratto è sintetizzato è peggio.

      5 – Le contraddizioni. Tutte queste « manovre » portate avanti dall’industria farmaceutica sono sempre più disordinate e questo provoca delle contraddizioni enormi, a riguardo dell’antiossidante particolarmente. Infatti, da una parte si assiste alla demonizzazione degli  antiossidanti e dall’altra parte la scienza dimostra che  l’INFAMMAZIONE è alleata del tumore, ciò è probabilmente vero. Infatti , i fenomeni dell’infiammazione aiutano non solo lo sviluppo del tumore, ma possono anche provocare la sua apparizione. Dunque, l’obiettivo del mondo scientifico è  lottare  contro l’infiammazione, e lottare contro l’infiammazione con tutti i mezzi possibili. Una delle armi più efficaci per il momento sono gli anti infiammatori :   ANTIOSSIDANTI in testa forniti dall’alimentazione e dai complementi alimentari associati agli  anti-cox 2 e alle  interleuchine.

Denunciamo queste manipolazioni  da parte dell’industria farmaceutica, la quale non possiede neanche la qualità di essere intelligente.

Le nostre conclusioni sono le seguenti : gli antiossidanti sono indispensabili se li usiamo nel modo corretto.

 Dr.Philippe Lagarde

PUBBLICITÀ

AlfaGlutatione 90cp

 Alfa glutatione

Leggi altri articoli 

 

- PREVENZIONE DEL TUMORE

- CAUSE DEL CANCRO

...Oppure Contattaci

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Oggetto

Il tuo messaggio

Per approfondimenti e maggiori informazioni sul tumore al seno e sulle cure ad oggi disponibili visita il portale www.vivereconilcancro.it

 

Condividi
Tweet about this on TwitterShare on FacebookShare on Google+Email this to someone

Nessun commento ancora

Lascia un commento